IMU 2014 terreni agricoli, scadenza 10 febbraio 2015, aliquota 7,6 per mille

La nuova scadenza per il versamento dell’IMU per i terreni agricoli, anno d’imposta 2014, è fissata in un’unica rata al 10 febbraio 2015.

 

Il Consiglio dei Ministri con Decreto Legge. n. 4 del 24 gennaio 2015, avente per oggetto “Misure urgenti in materia di esenzione IMU”, ha ridefinito i criteri per l’applicazione dell’IMU ai terreni agricoli per l’anno d’imposta 2015, che, ai sensi dell’art. 1, comma 3, del citato decreto, si applicano anche all’anno d’imposta 2014.

Il Comune di Deruta, in base all’elenco ISTAT, è “Comune Parzialmente Montano”, pertanto i contribuenti dovranno versare limposta per il terreni agricoli, complessivamente dovuta per l’anno 2014, in un’unica soluzione entro il 10 febbraio 2015, applicando l’aliquota del 7,6 per mille (reddito dominicale x 1,25 x 135 x 7,6 per mille). Sono  esenti solo i terreni posseduti e condotti da Coltivatori Diretti  o Imprenditori Agricoli Professionali iscritti nella previdenza agricola e i terreni posseduti da Coltivatori Diretti o IAP e dati in fitto/comodato ad altri Coltivatori Diretti o IAP.

Di seguito il testo pertinente al Comune di Deruta, parzialmente montano, del D.L. 4 del 24/1/2015, Art. 1:

[…l‘esenzione si applica ]

  1. b) ai terreni agricoli, nonché a quelli non coltivati, posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali di cui all’articolo 1 del decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 99, iscritti nella previdenza agricola, ubicati nei comuni classificati parzialmente montani di cui allo stesso elenco ISTAT.

2. L’esenzione si applica anche ai terreni di cui al comma 1 lettera b), nel caso di concessione degli stessi in comodato o in affitto a coltivatori diretti e a imprenditori agricoli professionali di cui all’articolo 1 del decreto legislativo n. 99 del 2004, iscritti nella previdenza agricola.