REDDITO DI INCLUSIONE SOCIALE

A partire dal mese di dicembre 2017 i cittadini della Zona sociale n. 4 della Media Valle Tevere possono richiedere presso il proprio Comune di residenza il Reddito di inclusione sociale (Rei), una misura nazionale di contrasto alla povertà dal carattere universale, condizionata alla valutazione della condizione economica, e che si compone di due parti, un beneficio economico, erogato mensilmente dall’Inps attraverso una carta di pagamento elettronica (Carta Rei) e un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa volto al superamento della condizione di povertà, predisposto sotto la regia dei servizi sociali del Comune che operano in rete con gli altri servizi territoriali (Centri per l’impiego, Asl, scuole, ecc.). Questa nuova misura, erogata a partire dal primo gennaio 2018, andrà a sostituire il Sia (Sostegno per l’inclusione attiva) e l’Asdi (Assegno di disoccupazione).

Per avere accesso al Rei sono necessari determinati requisiti che riguardano la residenza, le condizioni del nucleo familiare e indicatori economici, tra cui un valore Isee (Indicatore della situazione economica equivalente) non superiore a 6.000,00 euro. Il beneficio economico, per gli aventi diritto, varierà in base ai componenti del nucleo familiare e sarà erogato mensilmente, per un periodo massimo di 18 mesi, a partire dal mese successivo alla richiesta. Condizione necessaria per accedere al beneficio sarà, tuttavia, aver sottoscritto il Progetto personalizzato di inclusione sociale e lavorativa predisposto dai servizi sociali del Comune di residenza e che riguarda l’intero nucleo familiare con la previsione di specifici impegni che vengono individuati da operatori sociali opportunamente identificati dai servizi competenti, sulla base di una valutazione delle problematiche e dei bisogni.
Per tutte le informazioni e per la presentazione delle domande i cittadini della Zona sociale n. 4 della Media Valle del Tevere possono rivolgersi presso gli Uffici di Cittadinanza e i Servizi sociali del proprio Comune di residenza, negli orari di apertura al pubblico così come indicati nei siti web dei singoli enti, o consultare il sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali , dal quale è possibile accedere anche al modulo per la presentazione della domanda.
La Zona Sociale 4, dopo il Sia con il quale sono stati coinvolti 76 nuclei familiari, che hanno beneficiato di un contributo economico e di un progetto personalizzato redatto con i servizi, volto a migliorare le condizioni di vita per tutti i componenti delle famiglie interessate, propone ora il REI.

I criteri previsti per l’accesso al Reddito di Inclusione risultano più ampi rispetto a quelli del SIA e permetteranno di agire con maggiore incisività sostenendo un numero maggiore di nuclei familiari.
Il REI, al pari del SIA, prevede il riconoscimento di un contributo economico e progetti volti a promuovere la fuoriuscita delle famiglie dalle condizioni di disagio.