CENTRI ESTIVI 2020

AVVISO – COMUNICAZIONE

Con Ordinanza n. 30 del 5 giugno e con Ordinanza n.33 del 12 giugno 2020 la Presidente della Giunta Regionale ha autorizzato, a decorrere dal 15 giugno, la realizzazione dei centri estivi per bambini e ragazzi da 0 a 17 anni, nel rigoroso rispetto delle prescrizioni contenute nelle “Linee guida per la gestione in sicurezza di opportunità organizzate di socialità e gioco per bambini ed adolescenti nella fase 2 dell’emergenza Covid-19” allegato n. 8 del Dpcm 11 giugno 2020.
L’avvio delle attività è subordinato alla presentazione da parte dei gestori della certificazione di inizio attività corredata dalla scheda del progetto e dalle dichiarazioni sostitutive attestanti la piena corrispondenza del progetto alle misure di sicurezza contenute nelle suddette Linee guida.
Il Centro estivo potrà essere iniziato dal momento della presentazione della certificazione.
I criteri per la stesura del progetto sono indicati nelle linee guida redatte dalla Presidenza del Consiglio dei ministri, in particolare gli organizzatori dovranno fornire una serie di informazioni, alcune delle quali di seguito riassunte: il calendario di apertura e l’orario quotidiano di funzionamento; il numero e l’età dei bambini e adolescenti accolti, nel rispetto di un rapporto con lo spazio disponibile tale da garantire il prescritto distanziamento fisico; gli ambienti e gli spazi utilizzati e la loro organizzazione funzionale, mediante l’utilizzo di una piantina nella quale i diversi ambiti funzionali – ad esempio, gli accessi, le aree gioco, le aree servizio, ecc. – siano rappresentati in modo chiaro e tale da costituire la base di riferimento per regolare i flussi e gli spostamenti previsti, nonché per verificarne preliminarmente la corrispondenza ai richiesti requisiti di sicurezza, igiene e sanità, distanziamento fisico; i tempi di svolgimento delle attività e il loro programma giornaliero di massima, individuando momenti in cui è previsto di realizzare routine di lavaggio delle mani e di igienizzazione degli spazi e dei materiali; l’elenco del personale impiegato; le specifiche modalità previste nel caso di accoglienza di bambini e adolescenti con disabilità o provenienti da contesti familiari caratterizzati da fragilità; le specifiche modalità previste per l’eventuale utilizzo di mezzi per il trasporto dei bambini ed adolescenti; le modalità previste per la verifica della condizione di salute del personale impiegato, attraverso dichiarazioni e certificazioni da identificare in accordo con le competenti autorità sanitarie locali; l’elenco dei bambini e adolescenti accolti e le modalità previste per la verifica della loro condizione di salute, attraverso dichiarazioni e certificazioni da identificare in accordo con le competenti autorità sanitarie locali; il rispetto delle prescrizioni igieniche inerenti alla manutenzione ordinaria dello spazio, al controllo quotidiano dello stato dei diversi arredi e alle attrezzature in esso presenti e la loro relativa pulizia approfondita periodica; le previste modalità di verifica quotidiana delle condizioni di salute delle persone che accedono all’area e del regolare utilizzo delle mascherine; quanto eventualmente inerente alla preparazione e consumo di pasti.
Il legale rappresentante dell’ente gestore è tenuto a sottoscrivere con i genitori degli utenti del servizio patti di responsabilità condivisa.
L’ordinanza non prescrive particolari formalità per la presentazione della documentazione né propone una modulistica.
Al fine di fornire un supporto ai gestori, si mettono a disposizione alcuni modelli (vedi allegati) il cui utilizzo è del tutto facoltativo.
Al momento, a seguito delle ordinanze suddette, già 4 soggetti hanno manifestato la volontà di aprire altrettanti centri estivi sul territorio comunale avendo inoltrato formale domanda al protocollo dell’ente e all’asl.
L’obiettivo della presente comunicazione è di informare tutti quei soggetti (associazioni, cooperative, privati) che non lo hanno ancora fatto e che nel territorio vorranno avviare centri estivi nel rispetto delle norme di sicurezza previste dalla normativa nazionale e regionale vigente.
La documentazione può essere inviata all’Ufficio Scuola e Assistenza dell’Area Amministrativa del Comune di Deruta all’indirizzo PEC comune.deruta@postacert.umbria.it.
L’amministrazione ha deciso quest’anno di sostenere i centri estivi organizzati dalle associazioni, dalle cooperative e dai soggetti privati mettendo a disposizione tutti gli spazi comunali idonei ai progetti, a seguito di richiesta formale.