Posta elettronica certificata

Il Comune di Deruta ha attivato una casella di posta elettronica certificata per velocizzare le procedure amministrative con il cittadino e le imprese.

L’indirizzo PEC del Comune di Deruta è: comune.deruta@postacert.umbria.it

Cos’è

PEC è l’acronimo di Posta Elettronica Certificata.

Essa è un sistema diretto a “trasportare” documenti informatici, in maniera molto simile alla posta elettronica “tradizionale”. Rispetto a questa, però, sono state aggiunte delle caratteristiche attinenti alla sicurezza e certificazione per garantire al mittente la certezza, con valenza legale, dell’invio e della consegna (o meno) dei messaggi e-mail al destinatario.

A cosa serve

I momenti fondamentali nella trasmissione dei documenti informatici sono l’invio e la ricezione: certificarli significa che il gestore di posta del mittente fornisce allo stesso una ricevuta che costituisce prova legale dell’avvenuta spedizione del messaggio e dell’eventuale allegata documentazione. Allo stesso modo, quando il messaggio perviene al destinatario, il gestore invia al mittente la ricevuta di avvenuta (o mancata) consegna con precisa indicazione temporale.

Nel caso in cui il mittente smarrisca le ricevute, la traccia informatica delle operazioni svolte, conservata per legge per un periodo di 30 mesi, consente la riproduzione, con lo stesso valore giuridico, delle ricevute stesse.

L’invio e la ricezione di un messaggio di PEC hanno valore legale solo nel caso in cui sia il mittente che il destinatario siano dotati di una casella di Posta Elettronica Certificata.

Perché

La PEC consente di inviare documenti informatici, fornendo la prova legale dell’invio e della consegna (avvenuta o mancata). Essa ha, pertanto, tutti i requisiti della “Raccomandata con Ricevuta di Ritorno”, con due vantaggi principali:

  • Tempi di trasmissione brevissimi;
  • Annullamento pressoché totale dei costi di invio e ricezione.

A chi può essere utile

La PEC può essere utile a tutti coloro (privati, imprese e enti pubblici) che hanno l’esigenza di inviare e ricevere comunicazioni, documentazione o allegati in modo sicuro, con attestazione di invio e di consegna, aventi valenza legale.

Come si ottiene una PEC

Per ottenere una PEC è necessario rivolgersi ad un cosiddetto Gestore, ovvero aziende, anche pubbliche, che hanno dimostrato di essere in possesso dei requisiti previsti dalla normativa di riferimento e che risultano presenti nell’elenco pubblico tenuto da DigitPA.

Vantaggi

Semplicità: il servizio PEC si usa come la normale posta elettronica, sia da client che da web.

Sicurezza: il servizio utilizza i protocolli sicuri POP3s, IMAPs, SMTPs ed HTTPs. Tutte le comunicazioni sono protette perché crittografate e firmate digitalmente e ciò garantisce che  i messaggi inviati o ricevuti non possano essere contraffatti.

Valore legale: a differenza della tradizionale posta elettronica, alla PEC è riconosciuto pieno valore legale e le ricevute possono essere usate come prove dell’invio, della ricezione ed anche del contenuto del messaggio inviato. Le principali informazioni riguardanti la trasmissione e la consegna sono conservate per 30 mesi dal gestore e sono anch’esse opponibili a terzi.

No Virus e Spam: le verifiche effettuate in automatico dai gestori PEC garantiscono l’assenza di virus e pubblicità indesiderata.

Risparmio: l’attivazione e l’utilizzo della PEC garantisce un risparmio non solo in termini economici ma anche di tempo se confrontato con gli strumenti tradizionali come fax e raccomandate.

RIFERIMENTI NORMATIVI:

Decreto del Presidente della Repubblica 11 febbraio 2005, n. 68

Decreto legislativo 7 marzo 2005 “Codice dell’amministrazione digitale”, artt. 6, 31, 32-bis, 45, 47, 48, 54, 57-bis, 65

Decreto del Ministro per l’innovazione e le tecnologie 2 novembre 2005

Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante PEC (allegato al DM 2 novembre 2005)

Circolare CNIPA n. 51 del 7 dicembre 2006 (Circolare di vigilanza sui Gestori)

Decreto legge 185/2008 convertito in legge, con modificazioni, dall’art. 1, legge 28 gennaio 2009 n. 2, artt. 16 e 16-bis

Circolare CNIPA n. 56 del 21 maggio 2009 (Circolare di accreditamento dei Gestori)