Programmazione, controllo e rendicontazione

Gli organi di governo esercitano le funzioni di indirizzo politico-amministrativo, definendo i programmi e gli obiettivi da realizzare ed adottando gli atti rientranti nello svolgimento di tali funzioni, verificano la rispondenza dei risultati della gestione agli indirizzi impartiti. Ai responsabili spetta la realizzazione degli obiettivi e la gestione delle attività e dei servizi assegnati dalla Giunta mediante regolamenti e atti di programmazione.

Con le elezioni del 6/7 maggio 2012, è stato rieletto il sindaco Alvaro Verbena e si è insediato il nuovo Consiglio Comunale che ha approvato le linee programmatiche 2012-2017.
Le linee programmatiche contengono gli indirizzi e gli obiettivi strategici previsti per il mandato amministrativo e rappresentano il documento di riferimento per la predisposizione degli strumenti di programmazione dell’ente.

Annualmente il Consiglio Comunale approva il bilancio di previsione, unitamente alla relazione previsionale e programmatica, al bilancio pluriennale ed al piano delle opere pubbliche.

Si apre così il ciclo annuale della performance, così come denominato nella Riforma Brunetta, nell’ambito del quale vari atti vanno a comporre il piano della performance dell’ente:
– con la relazione previsionale e programmatica, si definiscono gli interventi triennali, a partire dagli obiettivi di mandato;
– con il piano esecutivo di gestione, detta programmazione si traduce in azioni annuali, assegnate alla responsabilità di ciascun dirigente, unitamente alle risorse di bilancio necessarie;
– con il piano dettagliato degli obiettivi, tali azioni sono ulteriormente dettagliate a livello operativo, per pianificare i tempi, le persone dedicate e per definire gli indicatori di risultato.

La dimostrazione dei risultati di gestione avviene mediante il rendiconto, il quale comprende il conto del bilancio, il conto economico ed il conto del patrimonio. Dal 2010, è stato attivato il controllo della gestione, con il quale il Comune ha avviato un percorso per consolidare progressivamente un sistema di verifica dell’efficacia, efficienza ed economicità dell’azione amministrativa dell’ente.